Come servire la birra in modo professionale

Pubblicato il 07/06/2017

Servire una birra

Servire una birra è un rito che fa parte del mestiere di ogni barman che si rispetti. Un corretto modo di servire questa bevanda, infatti, contribuisce alla sua ottimale degustazione. Prima di aprire la bottiglia o azionare la spillatrice è essenziale verificare che il bicchiere sia in vetro e ben pulito, per non inficiare tutti i complessi aromi della birra. Poi è necessario procedere a raffreddarlo con dell’acqua, al fine di avvicinare il più possibile la temperatura di questo con quella del liquido che vi sarà versato, per non alterarne il sapore, e per evitare la formazione di schiuma in eccesso. Le accortezze su come servire la birra non finiscono qui.


La giusta temperatura della birra

Ogni tipologia di birra ha un’adeguata temperatura di servizio. Solitamente, la temperatura a cui servirla aumenta con l’aumentare della gradazione alcolica. Questo perché le birre a più alta gradazione alcolica vengono sorseggiate in maniera lenta, in modo da poterne assaporare tutti i complessi bouquet aromatici. Le più leggere, invece, vengono consumate velocemente e servite più fredde. In generale, tuttavia, è sconsigliato gustare una birra ghiacciata: il complesso mix di sapori e profumi caratteristici di questa bevanda, infatti, vengono smorzati anestetizzando le papille gustative con le basse temperature.


Scegliere il bicchiere da birra

Ogni birra ha il suo bicchiere, di forma e dimensioni diverse per esaltare le caratteristiche delle differenti tipologie. Di seguito i principali tipi di bicchiere e le birre a cui associarle:

  • Altglass: cilindrico, per non modificare la schiuma; sottile per far sentire la freschezza. Per birre ambrate Alt
  • Balloon: forma a chiudere, esalta la schiuma; superficie ampia a vantaggio dello scambio termico. Per birre corpose
  • Calice a chiudere: alza la schiuma; il vetro liscio e sottile favorisce la condensa. Per lager e pils
  • Calice a tulipano: favorisce la percezione olfattiva e una schiuma non troppo abbondante. Per birre aromatiche
  • Colonna biconica: vetro di spessore medio e forma allargata al centro, per decapitale la schiuma con la pala. Per pils belghe.
  • Colonna conica: imboccatura larga per controllare la schiuma. Per birre profumate come le danesi
  • Coppa: abbassa la schiuma ed esalta il profumo
  • Flute: per birre secche con schiuma abbondante
  • Pinta: a cono rovesciato e slargo sotto l’orlo. Neutralizza la schiuma. Per stout.
  • Boccale di vetro britannico: spesso, conserva la temperatura. Liscio, evidenzia lo scarso perlage. Per ales e pale ales.
  • Weizenbecker: da mezzo litro. Svasato alla sommità per controllare la schiuma. Per birre di grano, weizen e weiss biere.

Conoscere, e mettere in pratica, questi piccoli segreti su come servire la birra può rende ogni degustazione di questa antica bevanda un’esperienza piacevole e unica.